Tecnici fabrianesi in Emilia per il terremoto

Fabriano –  Quattro tecnici del Comune di Fabriano saranno impegnati nei prossimi giorni in Emilia a verificare lo status di stabilità degli edifici. Si tratta di un primo gruppo che ha già una consistente esperienza avendo già operato oltre che continuativamente in occasione del terremoto di Marche ed Umbria, anche nel terremoto del Molise nel 2002 e in quello abruzzese del 2009. I quattro tecnici sono i geometri Gianni Cipriani, Marco Frascarello, Alberto Lesti, Fabrizio Zamponi che a supporto dell’emergenza sisma emiliano dovranno ritrovarsi nelle prime ore di giovedì 14 a Bologna per essere poi assegnati ad un C.O.C.- Centro Operativo Comunale. I tecnici fabrianesi saranno completamente autonomi poiché sulla base di una lunga esperienza maturata sul campo hanno a disposizione due autovetture dotate di tutte le attrezzature necessarie.

“E’ la dimostrazione – dice il sindaco Giancarlo Sagramola – che l’esperienza maturata e la capacità gestionale delle emergenze ci vengono riconosciute a vari livelli, come del resto lo stesso ministro Barca, che ci ha fatto visita nei giorni scorsi,  ha voluto sottolineare venendo di persona a verificare come da noi è stato operato e lavorato. Il terremoto di quindici anni fa – aggiunge il sindaco che nel 1997 era il responsabile della Protezione civile sul territorio fabrianese – ci ha, purtroppo e per fortuna, consentito di acquisire una robusta esperienza che possiamo trasferire ad altre zone colpite da calamità analoghe, come abbiamo già fatto in altre precedenti esperienze come nel Molise e all’Aquila. Una esperienza frutto del lavoro ma anche della nostra adattabilità e disponibilità alle esigenze.” Si suppone che la Regione Emilia, dopo questa prima fase, richieda un altro gruppo di lavoro composto da altrettanti tecnici. Se così sarà il gruppo è già pronto a partire in qualsiasi momento venga fatta richiesta della loro esperienza.

Questa voce è stata pubblicata in Dal Comune. Contrassegna il permalink.