Comuni “Ricicloni” Marche 2012 – Tra i 13 premiati della Provincia: Cerreto d’Esi e Fabriano per il maggior incentivo al compostaggio

Dalle Regione – Comuni Ricicloni per la Regione Marche 2012. Premiati i 13 Comuni Ricicloni della Provincia di Ancona. Scende la produzione pro capite di rifiuti e sale la percentuale di raccolta differenziata in Provincia. Molti i centri di raccolta dei rifiuti urbani. Dopo la premiazione a livello regionale di Serra de’ Conti, Barbara e Ripe come i Comuni con maggior percentuale di raccolta differenziata nel 2011 nella Provincia di Ancona, che si è tenuta lunedì scorso, ieri a Monsano è stata la volta degli altri 10 Comuni anconetani virtuosi che hanno superato il 60% di RD. Tredici le amministrazioni della Provincia, su un totale di 58 Comuni nelle Marche, che si sono distinte per aver creduto nel sistema di raccolta di rifiuti porta a porta, portando la percentuale di RD sopra quella prevista dalla normativa nazionale. Sono stati premiati i Comuni di Osimo, Maiolati Spontini, Monsano, Monte San Vito, Corinaldo, Loreto, Cerreto d’Esi, Camerano, Ancona e Castelfidardo a cui sono state consegnate una targa ricordo e un premio in denaro messo in palio dalla Regione Marche che ha stanziato 107.000 euro da dividere tra i 58 comuni, in base alla percentuale e numero di abitanti. Sono stati consegnati anche dei premi speciali ai Comuni di Chiaravalle che, con l’avvio del porta a porta nel 2011, ha più che raddoppiato la percentuale di raccolta differenziata; Fabriano per essere il Comune che incentiva maggiormente il compostaggio domestico avendo stabilito la riduzione più alta sulla Tarsu; Jesi perché, nel 2012, ha già superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata prevista dalla legge; Montemarciano, che con l’avvio del porta a porta, ha incrementato la percentuale di RD nel 2011 del 22,38%; Monterado e Ostra perché nel 2011 si sono avvicinati alla soglia di RD prevista dalla legge mancandola meno di un punto e Senigallia perché nell’anno 2011 ha avuto la produzione più alta di materiale organico avviato a recupero (122 kg/ab*anno). Quella di Ancona si conferma una Provincia virtuosa. Dal “Rapporto sulla produzione e gestione dei rifiuti urbani nelle Marche – anno 2011”, curato dalla Regione Marche, emerge che nel territorio provinciale la produzione pro capite di rifiuti, dal 2009 al 2011, è scesa. Se nel 2009 era di 520 kg/ab*anno e nel 2010 era di 510 kg/ab*anno, nel 2011 ogni abitante ha prodotto 487 kg di rifiuti. Mentre la produzione dei rifiuti scende, sale la percentuale di raccolta differenziata. Nel biennio 2009-2011, la percentuale è aumentata del 16,82% fino ad arrivare alla buona media provinciale di 53,63% nel 2011. Molti i centri di raccolta rifiuti in Provincia; sono 27 centri comunali e 5 intercomunali. L’iniziativa è stata promossa da Regione Marche, Legambiente Marche, Provincia di Ancona, Consorzio CIR33 e Conero Ambiente, in collaborazione con Riù. L’evento si è tenuto nell’ambito dell’evento Rigenerarte Festival, organizzato dal Consorzio CIR33 e dall’Associazione Riciclato Circo Musicale, in collaborazione le Amministrazioni Comunali di Jesi, Maiolati Spontini e Monsano. L’iniziativa ha accolto bene la premiazione di Comuni Ricicloni perché l’utilizzo di materiali di recupero per creare arte, il coinvolgimento della cittadinanza ad un uso critico delle risorse, e l’incentivo ad uno stile di vita a impatto zero, sono gli ingredienti di Rigenerarte Festival. All’iniziativa sono intervenuti: Sandro Donati, Assessore all’ambiente della Regione Marche; Gianluca Fioretti, Sindaco del Comune di Monsano; Simone Cecchettini, Presidente Consorzio CIR33; Sauro Brandoni, Presidente Conero Ambiente; Piergiorgio Carrescia, Dirigente PF “Green Economy, Ciclo dei Rifiuti e Bonifiche Ambientali” e Luigino Quarchioni, Presidente Legambiente Marche.

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, Dal Comune, Dalla Regione per la città e il territorio, Iniziative dalla Città e dal Territorio. Contrassegna il permalink.